Tu sei qui: Home PUC Album Distretti di trasformazione Tipologia: AC Aree parzialmente costruite destinate a servizi, non attuate

Tipologia: AC Aree parzialmente costruite destinate a servizi, non attuate

 
N° 1
 
Inquadramento urbanistico
Il Distretto è collocato nella parte orientale della città all’incrocio tra via della Pianta, che lo delimita ad ovest, e viale Carducci, proseguimento urbano del raccordo autostradale.
Il Distretto fa parte di un sistema di trasformazione urbanistica molto più esteso che coinvolge le aree adiacenti dismesse o di potenziale dismissione: ex stabilimento SIO e la centrale ENEL per la quale si ipotizza la rilocalizzazione.
La superficie territoriale è occupata da numerosi edifici residenziali, da depositi all’aperto, da attività artigianali commerciali legate al cimitero; la tipologia prevalente degli edifici residenziali è quella mono-bifamiliare. Le aree libere sono in parte coltivate (serre e orti) e in parte incolte.
Il contesto urbano nel quale il Distretto risulta inserito è caratterizzato dalla presenza di insediamenti sorti spontaneamente, tipico della fascia retroportuale, che definiscono un quadro di promiscuità e di disordine urbanistico.
 
Obiettivi e criteri d’intervento                                                                                 
Il Distretto è suddiviso in tre Subdistretti.
La Trasformazione si configura come operazione di ricucitura del margine orientale della città.
Le nuove edificazioni, costituite da tipologie edilizie a bassa densità, saranno localizzate nella parte nord del Distretto; l’area di cessione, localizzata lungo le strade dovrà essere sistemata a verde così da costituire un filtro ambientale a protezione dei nuovi insediamenti. In particolare si dovrà assicurare la continuità del sistema del verde (verde pubblico e verde privato), che avrà come obiettivo prioritario quello di strutturare una rete di relazioni fisiche di qualità tra i tessuti esistenti e quelli di progetto, relazionandosi con i Distretti di Trasformazione adiacenti.
Il Subdistretto AC1/b è classificato come strategico.
 
Regole per la trasformazione
 
 Subdistretto AC1/a
Ripartizione funzionale
St                                                  = mq 7.748
Se + Ve        <=   60% St               = mq 4.648
Ac                >=   40% St               = mq 3.099
Mix funzionale (usi previsti)
Funzioni abitative   :               30% Sul                                U1/1, U1/2
Funzioni terziarie
e commerciali        :               30% Sul                                U2/2b, U2/3, U2/4, U2/5, U2/6a, U2/6c, U2/7,
                                                                                 U2/8b, U2/9, U2/13a
Flessibile                :               40% Sul                               
Indici urbanistico ecologici
St                                              = mq 7.748
Ut                                              = 3.000 mq/ha
Sul                                            = mq 2.324
H max edifici:                             ml 15
 
Sp                                             = 20% della St
A                                               = 40 alberi/ha
Ar                                              = 60 arbusti/ha
 
Subdistretto AC1/b
Ripartizione funzionale
St                                            = mq 10.537
Se + Ve     <= 60% St               = mq 6.322
Ac             >= 40% St               = mq 4.215
Mix funzionale (usi previsti)
Funzioni abitative   :               30% Sul                                U1/1, U1/2
Funzioni terziarie
e commerciali        :               30% Sul                                U2/2b, U2/3, U2/4, U2/5, U2/6a, U2/6c, U2/7,
                                                                                 U2/8b, U2/9, U2/13a
Flessibile                :             40% Sul                               
Indici urbanistico ecologici
St                                              = mq 10.537
Ut                                              = 3.000 mq/ha
Sul                                            = mq 3.161
H max edifici:                             = ml 15
 
Sp                                             = 20% della St
A                                               = 40 alberi/ha
Ar                               = 60 arbusti/ha
 
 
Sulbdistretto AC1/c
Ripartizione funzionale
St                                              = mq 5.874
Se + Ve     <=  60% St               = mq 3.524
Ac             >=  40% St               = mq 2.349
Mix funzionale (usi previsti)
Funzioni abitative   :               30% Sul                                U1/1, U1/2
Funzioni terziarie
e commerciali        :               30% Sul                                U2/2b, U2/3, U2/4, U2/5, U2/6a, U2/6b, U2/7,
                                                                                 U2/8b, U2/9, U2/13a
Flessibile                :               40% Sul                               
Indici urbanistico ecologici
St                                              = mq 5.874
Ut                                              = 3.000 mq/ha
Sul                                            = mq 1.762
H max edifici:                             = ml 12
 
Sp                                             = 20% della St

A                                                = 40 alberi/h       

Ar                                              = 60 arbusti/ha

 

image002-31.jpg